Patate

La patata è un tubero commestibile.

Sono una delle migliori fonti di energia conservabile che possiamo coltivare, e la nostra principale fonte di vitamina C in inverno. Vogliono molto concime e crescono naturalmente con un buon letame.

Prima di piantarle, riempire in abbondanza i solchi con letame o composta, poi mettere le patate direttamente sul concime. E’ consigliato mettetele a dimora alla fine della primavera ma non prima. Piantare le patate a circa 13 cm di profondità e spaziarle di 45 cm, in file separate di circa 45 cm.

Le patate novelle, con la buccia sottile, vengono raccolte quando la maturazione non è completa. Sono a breve conservazione e andrebbero bollite con la buccia. Si procede poi alla raccolta di quelle normali. E’ consigliabile estrarre il grosso del raccolto quando le cime delle piante sono leggermente appassite. Le patate, una volta estratte, vanno lasciatele stese a terra per un giorno e mezzo per consolidare la buccia.

Le patate sono molto popolari in Europa. In Italia sono tradizionalmente utilizzate per preparare gnocchi e purè, possono essere arrostite, fritte o saltate; di solito vengono consumate senza buccia.